Articoli

È stato ufficializzato il nome del primo avversario di Michael “Lonewolf” Magnesi in terra americana: il match che sancirà l’esordio del pugile laziale negli Usa sarà contro Eugene Lagos, atleta filippino che vanta un record fatto di 16 vittorie (11 per ko), 5 sconfitte e 3 pareggi. A fare da cornice alla sfida, in agenda l’11 novembre, gli studi Paramount di New York.

Detentore dal novembre 2020 del titolo mondiale Ibo dei pesi superpiuma, Magnesi (19 vittorie su altrettanti incontri) è pronto a raggiungere gli Stati Uniti con un obiettivo ben chiaro: conquistare altre cinture iridate. Riuscendo magari, combattimento dopo combattimento, a riunificare le cinque sigle di riferimento della boxe professionistica. Un progetto ambizioso guidato da passione e talento, e portato avanti anche in nome del padre.

Non fosse stato per una sorta di sfida fatta da ragazzino con l’amato genitore, infatti, il 26enne atleta nativo di Cave (RM) avrebbe appeso i guantoni al chiodo da un pezzo: «Tra me e lui c’era una promessa: avrebbe sconfitto il cancro, purché io non mollassi lo sport. Avevo solo 17 anni e quando doveva operarsi avevo deciso di lasciare» ha raccontato su Rai 1 il 26enne atleta Le Cinéma Café, ospite del salotto di “Oggi è un altro giorno”.

«Uno dei migliori talenti che io abbia mai visto e gestito», le parole rilasciate dal manager Davide Buccioni alla Federazione Pugilistica Italiana. «Michael andrà in America non da sconosciuto pugile in cerca di fortuna, ma da campione del mondo con la voglia di confermarsi, affermarsi sui palcoscenici a stelle e strisce, e continuare a collezionare cinture iridate»

Venerdì 27 novembre il pugile laziale Michael Magnesi, che mandando al tappeto lo sfidante Patrick Kinigamazi ha ottenuto la cintura mondiale IBO dei pesi superpiuma.

Venerdì 27 novembre il pugile laziale Michael Magnesi, che mandando al tappeto lo sfidante Patrick Kinigamazi ha ottenuto la cintura mondiale IBO dei pesi superpiuma.

L’atmosfera si scalda per Michael “Lonewolf” Magnesi, campione mondiale dei pesi superpiuma IBO. Il 23 aprile nel palazzetto di Valle Martella a Zagarolo, vicino Roma, il sudafricano campione del continente Khanyle Bulana tenterà di sfilargli la cintura in un match che si annuncia già di per sé un evento nell’evento.

Venerdì 27 novembre il pugile laziale Michael Magnesi, che mandando al tappeto lo sfidante Patrick Kinigamazi ha ottenuto la cintura mondiale IBO dei pesi superpiuma.

La cintura mondiale IBO dei pesi superpiuma è stata vinta dal pugile italiano Michael “Lone Wolf Magnesi”, che conferma la propria imbattibilità.

Dopo il rinvio di alcune settimane per la positività al Covid-19 di Kinigamazi, è ormai tutto pronto per la gara che assegnerà la cintura mondiale IBO dei pesi superpiuma.

Nonostante la pandemia e tutte le difficoltà ad essa legate, l’incontro di boxe dei pesi superpiuma valido per la cintura iridata IBO si terrà in Italia come annunciato nelle scorse settimane.

In un palazzetto dello sport desolatamente vuoto, l’idea che potesse essere già brulicante di tecnici e personale per allestire il primo mondiale di boxe a Fondi lascia l’amaro in bocca a tutti, atleti e organizzatori.

L’annuncio lo ha dato Michael Magnesi con un video postato su Facebook. «Purtroppo – ha esordito il boxeur – il mio avversario Kinigamazi ieri notte (3 novembre, ndr) è risultato positivo al test per il Covid-19».