Venerdì sera, nel palasport di Fondi, il pugile laziale Michael Magnesi, che vanta da anni una grande amicizia con Roberto Massarone, ha conquistato la sua prima cintura mondiale, quella IBO, mandando al tappeto in appena cinque riprese lo sfidante Patrick Kinigamazi.

La cintura mondiale IBO dei pesi superpiuma è stata vinta dal pugile italiano Michael “Lone Wolf Magnesi”, che conferma la propria imbattibilità.

Dopo il rinvio di alcune settimane per la positività al Covid-19 di Kinigamazi, è ormai tutto pronto per la gara che assegnerà la cintura mondiale IBO dei pesi superpiuma.

In vista della sfida mondiale in programma venerdì 27 novembre nella cornice del palasport di Fondi (LT), con in palio il titolo IBO dei pesi superpiuma, l’atmosfera si infiamma.

In un palazzetto dello sport desolatamente vuoto, l’idea che potesse essere già brulicante di tecnici e personale per allestire il primo mondiale di boxe a Fondi lascia l’amaro in bocca a tutti, atleti e organizzatori.

L’annuncio lo ha dato Michael Magnesi con un video postato su Facebook. «Purtroppo – ha esordito il boxeur – il mio avversario Kinigamazi ieri notte (3 novembre, ndr) è risultato positivo al test per il Covid-19».

Prosegue il conto alla rovescia per la sfida di pugilato che assegnerà la cintura mondiale IBO dei pesi superpiuma, primo titolo iridato in palio in Italia da oltre 11 anni a questa parte, in agenda venerdì 6 novembre nella cornice del palasport di Fondi (LT).

«La preparazione atletica e tecnica col mio team prosegue a ritmi alti. Mi sento in forma come non mai, anche dal punto di vista psicologico. Sono pronto a conquistare la vetta del mondo».

Nella giornata di domenica 25 ottobre, la firma del nuovo Dpcm in materia di contenimento dell’emergenza sanitaria da Covid-19. Un documento obbligato, ma che ha accresciuto lo sconforto generale.

Andrà in onda in prima serata sabato 24 ottobre, su Sky, a partire dalle 21 sul canale 228, il docufilm sul pugile Michael “Lonewolf” Magnesi.